18.10.17

VACCINI: L’ITALIA AFFONDA LA CONVENZIONE DI OVIEDO





di Gianni Lannes

Qualcuno ci ha fatto caso? E’ a dir poco incredibile. A tutt’oggi 18 ottobre 2017, nonostante le tante chiacchiere e l’aria fritta, l’Italia non ancora ratificato ma soprattutto non ha recepito nel proprio ordinamento giuridico, contrariamente ai luoghi comuni, la cosiddetta “Convenzione per la protezione dei Diritti dell’Uomo e della dignità dell’essere umano nei confronti dell’applicazioni della biologia e della medicina: Convenzione sui Diritti dell'Uomo e la biomedicina”.



E’ il primo trattato internazionale sulla bioetica, firmato ad Oviedo il 4 aprile 1997. Non a caso , nel 2012 l’autorevole Comitato Nazionale di Bioetica ne aveva sollecitato l’adozione. Il Quotidiano della Sanità, il 31 maggio 2012 aveva infatti riportato testualmente:
 
«L’Italia è uno dei pochi paesi europei che non ha ancora depositato il protocollo di ratifica della Convenzione di Oviedo nonostante nel 2001 abbia approvato la legge di ratifica. Da undici anni quindi il nostro Paese aspetta che l’accordo entri in vigore. Ultimamente anche il Comitato Nazionale per la Bioetica con una mozione ha chiesto al Governo il completamento dell’iter di ratifica della Convenzione. Il Comitato a sua volta ha sollecitato il Ministro affinché venga istituito un tavolo di lavoro comune sul completamento dell’iter di ratifica della Convenzione di Oviedo sui Diritti umani e la Biomedicina».

Inoltre, la disattesa legge 28 marzo 2001, numero 145 aveva stabilito un termine perentorio di 6 mesi per i relativi decreti legislativi attuativi. Dopo più di 20 anni è tutto lettera morta, grazie ai politicanti italidioti che si limitano ad eseguire ordini presi all'estero, come nel caso del ministro Lorenzin a Washington nel settembre 2014 ("Italia capofila vaccinale"). Ce n'è abbastanza per destituire i parassiti, arrestarli e processarli per direttissima.




A maggior ragione, la legge incostituzionale di conversione del famigerato decreto legge Mattarella-Lorenzin - 119 del 31 luglio 2017, va abrogata.


riferimenti:







Gianni Lannes, VACCINI DOMINIO ASSOLUTO, Nexus Edizioni, Battaglia Terme (PD), 2017.

INDAGINE PRE-VACCINALE GRATUITA E CONSENSO DEI GENITORI




di Gianni Lannes

Le autorità italiane mentono come sempre, così i politicanti eterodiretti e tanti camici bianchi. Però è inequivocabile: lo stabilisce la legge. Infatti il Decreto Legislativo 29 aprile 1998, numero 124 (“Ridefinizione del sistema di partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie e del regime delle esenzioni, a norma dell'articolo 59, comma 50, della legge 27 dicembre 1997, n. 449 -GU Serie Generale n.99 del 30-04-1998), entrato in vigore l’ 1 maggio 1998 parla chiaro. I fondamentali esami pre-vaccinali sono gratuiti. Quindi, prima di vaccinare è doveroso attestare le reali condizioni di un essere umano, in particolare di un minore. 

Non è tutto. Ecco un comunicato dell'Ordine dei medici di Roma: «Nessuna vaccinazione senza il consenso dei genitori. Il consenso dei genitori è imposto dalla Costituzione e dalla Convenzione di Oviedo». 

PERCHE’ SI AMMAZZA UNA GIORNALISTA



Daphne Caruana Galizia

di Gianni Lannes

Trucidata a 53 anni perché cercava la verità. Si muore perché si rimane soli. Una morte annunciata, ma non è stata una vendetta, bensì il sistema per chiuderle la bocca. Responsabilità: da cercare a Malta e fuori dall’isola. 

17.10.17

UCCISA A MALTA LA GIORNALISTA DAPHNE CARUANA GALIZIA


di Gianni Lannes


Ammazzata come le giornaliste Graziella De Palo, Veronica Guerin e Ilaria Alpi.

Aveva solo 53 primavere. Era una donna straordinaria, eccellente nel suo lavoro, onesta, coraggiosa e leale. La giornalista Daphne Caruana Galizia è rimasta uccisa nel pomeriggio di ieri 16 ottobre 2017 dall’esplosione dell’auto su cui si trovava a bordo. Si tratta di un attentato in piena regola che ha eliminato una testimone scomoda. «Ci sono criminali ovunque si guardi adesso, la situazione è disperata»: è la frase finale dell’ultimo articolo pubblicato sul suo blog dalla giornalista, mezz’ora prima di essere assassinata. Bruciata viva all'interno della sua auto a Bidnija, il villaggio dove la giornalista abitava insieme alla famiglia. Il corrotto governo maltese ne sa qualcosa? Mafie di Stati alleati e multinazionali del crimine?
 

16.10.17

GIANNI LANNES A MOLFETTA


CONTRO I VACCINI


SCIE BELLICHE SULL'ITALIA

Italia (16 ottobre 2017): irrorazione bellica NATO

di Letizia Ricci

Omertà istituzionale. Anche i ciechi se ne sono accorti. Il belpaese è ormai una gigantesca camera a gas dove le temperature salgono e scendono a comando militare "alleato". Anche oggi 16 ottobre 2017 per l'intera giornata il nostro Paese è stato gasato a dovere dalla NATO. Infatti le irrorazioni dei centri abitati da sud a nord, isole comprese, hanno saturato l'aria. Quali veleni respira la gente? E i bambini cosa inalano? Senza contare il bombardamento elettromagnetico, indivibile per definizione.

riferimenti:

 http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=legge+962

PEDOFILI IN ITALIA





di Gianni Lannes

Una cancrena che si diffonde ovunque sempre più nella disattenzione generale, grazie ad una rete di protezione istituzionale a livello nazionale ed internazionale, un sodalizio criminale impunito che non disdegna alcuni alti prelati di San Pietro. Come mai a parte i proclami altisonanti urbi et orbi, il pontefice Bergoglio tace? Quanti sono i cardinali dediti a festini con minorenni? Che fine ha fatto Emanuela Orlandi? Perchè Ratzinger ha rinunciato improvvisamente ed inspiegabilmente al soglio pontificio? La massoneria a che livello è infiltrata nella chiesa cattolica? A proposito: tra i negazionisti del fenomeno si segnala Butac.

ITALIA: GIOCHI DI GUERRA NATO




di Gianni Lannes

Ma siamo forse in guerra a nostra insaputa? A parte l’aerosolchemioterapia a mezzo di velivoli a bassa quota sui centri abitati con quotidiane irrorazioni del territorio italiano, che  l’Alleanza atlantica manda in onda violando la convenzione Enmod dell'ONU (ratificata dalla legge italiana 962 del 1980), manomettendo il clima, ecco anche Joint Stars 2017 (JS17) ovvero il più grande evento di sperimentazione bellica della Difesa che coinvolge diverse regioni italiane. A proposito: sul Gran Sasso il ghiacciaio del Calderone non esiste più. In fondo la nocività ambientale è una strategia globale del sistema di dominio in atto a danno della vita.



SALVARE IL LUPO ITALIANO

Toscana: ottobre 2017

di Gianni Lannes


Un figlio di madre Natura. Nel belpaese almeno sulla carta è protetto da qualche anno, ma nella realtà è in atto uno sterminio “legalizzato”, anche alla luce della recente conferenza Stato-Regioni. Il lupo italiano è l’esempio più bello della capacità di adattamento della specie Canis lupus. E' un fatto eccezionale che questo emblema della selvaticità sia sopravvissuto alla ferocia dell'italidiota. Che fare? Dare la caccia ai deficienti con un fucile a portata di tiro.





15.10.17

ACRILAMMIDE: PERICOLO NEL CIBO





di Gianni Lannes

Ma quale tutela della salute di cittadine e cittadini, soprattutto i bambini? Gli euroburocrati e i politicanti italidioti non proteggono la vita dei popoli europei e meno che mai quella degli italiani, a partire dai neonati. Ecco i fatti nudi e crudi: ritardi dell’Ue e del Ppe nel definire le regole contro l'acrilammide, la sostanza cancerogena presente in vari alimenti tra cui patate fritte, biscotti, cracker e caffè.

14.10.17

GIANNI LANNES A TORINO CONTRO I VACCINI


ITALIA: SCUOLE A RISCHIO, VACCINAZIONI FORZATE E SCHEDATURE DI MASSA…




di Gianni Lannes

Una sola parola: democidio, vale a dire l'omicidio di massa da parte di un governo. Invece di risanare migliaia di edifici scolastici pubblici (dati ufficiali del Miur) a grave rischio di incolumità per alunni, insegnanti e personale tecnico, lo Stato tricolore impone le vaccinazioni obbligatorie, nonchè le schedature di massa alla stregua di animali, peggio di sudditi e cavie. L’Italia è stata trasformata in un grande campo di concentramento scolastico. Perché i docenti non fiatano? Conti alla mano: la macchina statale vanta ben 30 miliardi di euro alla voce sprechi, e 30 miliardi di spese militari annuali, inclusa l'aerosolchemioterapia bellica della NATO - in palese violazione della Convenzione ENMOD  dell'ONU (ratificata dalla legge statale 962 del 1980 a firma del presidente Sandro Pertini) che ci avvelena un giorno sì e l'altro pure col beneplacito del Quirinale e di Palazzo Chigi. La nocività ambientale (e sanitaria) è una strategia globale del dominio.




13.10.17

BAMBINI A PERDERE


GRAN SASSO: IN ARRIVO UNA SORGENTE RADIOATTIVA DALLA RUSSIA






di Gianni Lannes

Radiazioni in arrivo sotto una montagna sacra italiana. Rischi inaccettabili in territorio sismico con il maggiore acquifero del centro Italia, in un laboratorio già classificato a rischio di incidente rilevante dalle normative europee. Nel belpaese la materia nucleare è oscura, sempre coperta da segreti indicibili ai comuni mortali. Prendete ad esempio il caso del trasferimento dalla Russia in Italia fra sei mesi (arrivo previsto ad aprile dell’anno 2018) di una potente sorgente radioattiva a base del micidiale cerio 144, dal potenziale catastrofico. 



12.10.17

VACCINI LETALI



Il fondatore dell'antroposofia Rudolf Steiner aveva previsto tutto questo marasma e nel 1917, esattamente 100 anni fa, scrisse:

«Nel futuro si eliminerà l'anima per mezzo dei farmaci, con il pretesto di un punto di vista salutare si troverà un vaccino mediante il quale l'organismo umano verrà trattato quanto prima possibilmente ed eventualmente alla nascita, in modo tale che l'essere umano non possa sviluppare il pensiero dell'esistenza di anima e spirito. Verrà affidato ai medici materialisti il compito di eliminare l'anima dall'umanità».

VACCINI SPERIMENTATI SUI MINORI IN ITALIA



di Gianni Lannes

Non c'è ragione al mondo per iniettare sostanze estranee agli esseri umani, soprattutto a neonati, bambini e adolescenti sani italiani. In attesa di un prossimo processo di Norimberga, i nostri figli dovrebbero fare da cavie con il beneplacito dei politicanti italidioti. 

Ultime notizie. Adesso gli euroburocrati al servizio delle multinazionali farmaceutiche hanno licenziato il nuovo Regolamento europeo sulla sperimentazione clinica dei medicinali. Non è tutto per chi tratta il popolo italiano peggio del bestiame da marchiare a vita.